Sei nella sezione Italia -> categoria: Politica Italiana       
Legittimo impedimento? Legittimo sospetto…

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 12/06/2011
Legittimo impedimento? Legittimo sospetto…Personalmente, più che di legittimo impedimento, parlerei di legittimo sospetto. Sospetto che una parte del Paese abbia del tutto perso la famosa trebisonda. Sospetto che alcuni Italiani non comprendano più la differenza fra chi è onesto, trasparente e degno di governare il Paese, e chi lo faccia solo per garantirsi – appunto – squallide scorciatoie per non essere compromesso del tutto attraverso il giudizio supremo della Nazione.

Autore:Roberta Lemma
Data: 09/06/2011
Federcontribuenti denuncia: «Condono occulto per i grandi evasori e persecuzione ai cittadini»Federcontribuenti denuncia pubblicamente, il condono "occulto" per i grandi evasori. Una manovra contenuta nello ''spesometro'', dove gli evasori per eccellenza, godranno di una sanatoria indegna: l'Agenzia delle Entrate sottrarrà le spese sostenute dai ''ricchi'' con il reddito denunciato e su questo totale applicherà la sanzione del 12,5%. inoltre, dal prossimo luglio qualunque cittadino effettuerà un acquisto superiore ai 3 mila e 500 euro in un qualunque negozio, dovrà, al momento del pagamento, lasciare il proprio codice fiscale all'esercente che a sua volta invierà tutto alle Agenzia delle Entrate.

Autore:Roberta Lemma - Uffico Stampa Federcontribuenti
Data: 07/06/2011
Equitalia: Federcontribuenti presenta un documento alla Camera contro le vessazioniLe procedure esecutive attuate da Equitalia, inoltre, determinano gravi conseguenze per mancanza di normative: ad esempio, per i veicoli soggetti a fermo amministrativo, oltre al sequestro del veicolo si sommano, costo ingente per lo sblocco e diritto di rivalsa delle compagnie di assicurazione in caso di sinistro. Per gli immobili: iscrizioni di ipoteche con costi elevati per le cancellazioni, procedure di pignoramento, vendita all'asta e sfratto e la consequenziale dichiarazione di non bancabilità delle aziende o soggetti colpiti, determinando il sicuro fallimento delle società.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 04/05/2011
Referendum: i SI ed i NO del Popolo SovranoIo non sto qui a dire cosa bisogna votare. Ognuno deve essere in grado di stabilire con coerenza, cosa sia giusto dire in quei due giorni. L’importante – ripeto – sarà partecipare. In tanti. Affinchè si possa pian piano, attraverso l’espressione regina della Democrazia, a quel fondamento di condivisione e partecipazione ormai scippato, ma anche grazie all’indolenza di molti. Che al Referendum, preferiscono votare la spiaggia, piuttosto che la scampagnata.

Autore:Ufficio Stampa Federcontribuenti Nazionale
Data: 29/03/2011
Aumento dei carburanti. Federcontribuenti: «Antitrust e Tremonti facciano la loro parte»Anche L’Antitrust parla di una forma di oligopolio, dove pochi protagonisti possono giostrare liberamente con tariffe che prendono come riferimento le quotazioni Platts. Ma chi decide le quotazioni? Agli inizi del 2011, un un litro di benzina senza piombo costava 63 centesimi al litro al netto delle tasse; ai consumatori costava 1,432 euro a litro: come è possibile? Il Ministero dello sviluppo economico fatica ad intervenire, quasi snobba l'argomento: non sarà perchè molti uomini di governo hanno interessi dentro le multinazionali del petrolio?

Autore:Fabrizio Federici - Redazione Cultura
Data: 18/02/2011
A Napoli, positivi i contatti tra Civicrazia e  partiti, in vista delle elezioni comunaliDurante gli ultimi mesi, Civicrazia così ha promosso un sondaggio capillare della società civile napoletana, proponendo i requisiti inderogabili di un buon “primo cittadino” e riscontrando aperture da parte di alcune forze politiche, come Italia dei Valori, l’API, UDC, Partito Democratico, Futuro e Libertà e il Pdl della Campania. “Dopo le parole è ora di passare ai fatti", precisa l’Avv. Giuseppe Fortunato, presidente di Civicrazia: "in città serve una svolta vera, è un’esigenza sotto gli occhi di tutti. La nostra proposta si basa su un percorso semplice e diretto: niente più nomi calati dall’alto, ma prima stiliamo insieme un programma, e dopo scegliamo una giunta dei migliori che possa portare avanti il lavoro deciso”.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 14/02/2011
Riflessioni sulla DemocraziaDemocraticamente e nuovamente uniti, potremo allora avanzare verso un progetto leale che ci veda tutti protagonisti, finalmente. C’è urgenza di nuovo, ripercorrendo le strade del passato. La nostra Storia. Che ognuno deve recuperare e non gettare nel fuoco. Perchè solo guardando indietro, sarà possibile ricominciare il cammino verso la consapevolezza che, Democrazia, non è una parola da sbandierare a più riprese quando conviene, quanto un Diritto da arrogarsi nel Dovere di esistere su uno stesso territorio da gestire insieme. “Insieme”: ecco la parola magica. Insieme per un Diritto alla Vita. Insieme per un Diritto/Dovere.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/02/2011
Abuso di PoliticaIl politico medio dei giorni nostri, non assomiglia nemmeno un pò ai politici di vecchia memoria, quasi tutti ormai ricordati con un epitaffio su una lapide. Non si ritrova alcuna presenza di volontà e capacità di gestire territorio e cittadinanza, alcuna volontà di prendersi meritorie responsabilità nei confronti del proprio elettorato. La Politica divenuta arma o valore da svendere, a seconda del momento e degli eventi. Più nulla. Tutto bruciato a colpi di non-sense e scandalosi scivoloni a volte vicini al ridicolo.

Autore:Michele Antonelli
Data: 23/12/2010
Voglio essere condannato a morteChe cosa è successo? Come abbiamo potuto buttare via anni di conquiste sociali e diritti? Se solo avessi immaginato vent’anni fa in quale baratro saremmo precipitati, avrei fatto i bagagli e me ne sarei andato in Australia o in un qualsiasi paese civile, dove il rispetto, il lavoro e la dignità umana non sarebbero stati calpestati.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/10/2010
Di Pietro contro tuttiLa verità – per contraddizione del tutto umana – non piace. A nessuno. La verità scompiglia pseudo sicurezze, scioglie convinzioni annose, spinge al movimento, alla reazione. L’Italiano medio, tutte queste cose le ha lasciate in un qualche dimenticatoio. Meglio non vedere. Non sentire. Non parlare. Come le tre scimmiette. Meglio non reagire. Meglio la testa sotto la sabbia. Meglio tutto, pur di non dover prendere decisioni gravi, alzare il culo dalla sedia e dichiararsi contro qualsiasi congiura all’onestà ed alla trasparenza.
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

CONTE: PRESTO CURA DA CAVALLO PER ITALIA
Da Televideo
In breve
Data:19/02/2020 12:45:06
Lanciarò una cura da cavallo per il sistema Italia.

Siamo in emergenza, e dobbiamo tutti lavorare, ciascuno per le responsabilità che si assume in base al ruolo che ha.E' l'appello di Conte per superare la fase critica del Paese. Dobbiamo ragionare nella logica dell' emergenza, così riusciamo a coordinarci meglio.

Non possiamo accettare una crescita allo 0,3%.

Questo confermerebbe un ruolo di fanalino di di coda per l'Italia.

E questo sarebbe inaccettabile.

Chiamerò a raccolta le forze sane del Paese per contribuire a questa nuova fase,annuncia il premier.

UE, CONTE: DIREMO NO BILANCIO INSUFFICIENTE (...)
Da Televideo
In breve
Data:19/02/2020 12:45:06
Non siamo disposti ad accettare un bilancio europeo insufficiente per il futuro dei nostri cittadini.

Saremmo infatti in presenza non di una sconfitta meramente contabile ma più squisitamente politica dell'idea stessa di Europa.

Così il premier Conte al Senato in vista del Consiglio europeo straordinario di domani.

Conte avverte: serve un cambio di passo, la proposta Ue è inadeguata, sarà un vertice complesso.

E chiede di lavorare sul lato delle entrate, trovare nuove forme di finanziamento passando anche dalle tasse alle grandi imprese del digitale.

L'Ue non sia ripiegata su interessi nazionali.


RENZI CONTE:SULL'UE NON DIVIDIAMOCI
Da Televideo
In breve
Data:19/02/2020 12:45:06
A Lei al Consiglio europeo ci rappresenta appieno.Così il leader Iv,Renzi,in Aula al Senato, dopo l'informativa del premier Conte in vista del vertice Ue.

Anche alla luce delle difficoltà della politica interna, sia chiaro che sui temi della politica continentale e dell'impegno europeo non è possibile alcuna divisione, puntualizza.

E ancora: Pensare che le fibrillazioni interne possano portare a una presa di distanza delle politiche europee sarebbe sbagliato.

Infine augura buon lavoro a Conte tra gli applausi del gruppo Iv.


Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 13/02/2020
Coronavirus e altre considerazioni

Il Conte bis è a caccia di soldi. Servono 15 miliardi, da trovare in tutta fretta per avviare la riforma fiscale tanto propagandata, e che dovrebbe portare – secondo le ipotesi non avallate dai fatti – all’agognata semplificazione. Niente di spettacolare, almeno per quanto ne sappiamo fino a oggi. Si tratterebbe di ridurre gli scaglioni reddituali da 5 a 3, copiando il modello tedesco da cui copiamo un mucchio di cose, le peggiori, come il reddito di cittadinanza.


Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 02/02/2020
Sardine: un movimento impopolare

Dopo i ringraziamenti slinguettanti di Zingaretti alle sardine, per aver ben sostenuto la vincita di Bonaccini, ecco che il movimento ittico, o meglio i leader, arrivano non solo a omaggiare i grandi industriali, gli stessi a cui il governo dice di voler sottrarre la concessione di Autostrade

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -