Sei nella sezione Italia -> categoria: Politica Italiana       
Quanto ci costa al giorno la Camera dei Deputati? Guardalo in

Autore:La Redazione Politica
Data: 13/01/2012
Quanto ci costa al giorno la Camera dei Deputati? Guardalo inPoter vedere i numeri in diretta del costo GIORNALIERO che paghiamo per tenere su la camera dei Deputati fa venire un infarto. Crisi o non crisi, questa macchina stritola tutti chiamata Sistema Politico macina denaro, accoglie nullafacenti con stipendi da capogiro ed annienta le risorse economiche dei cittadini comuni

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 13/01/2012
Come abbattere un Governo tecnico (o Politico): istruzioni per l’usoPer abbattere un Governo tecnico, innanzitutto – anche se sembra ovvio – c’è necessità...Di avere un Governo tecnico. Cosa serve per generare un Governo tecnico? Ci vuole qualche anno passato ad attendere che il Governo politico di turno decida di fare il suo Dovere: Governare. Cosa che a parole appare ovvia, ma nei fatti – lo sappiamo – non lo è. Ci vuole anche, che il predetto Governo, faccia spalluccie di fronte a crisi economiche più o meno palesi, più o meno reali, e questo fintanto che le nazioni limitrofe, legate tutte a doppio filo da un enorme sistema chiamato Europa, si stufino della melina messa in atto e chiedano a gran voce che finalmente “si faccia sul serio”.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 11/01/2012
Governo Monti: un Malinconico susseguirsi di stramberieTi hanno pagato la vacanza? Bene, fatti tuoi. Ma se si viene a sapere, inutile che tu continui sulla strada del “Io non ne sapevo nulla” tanto cara a Scaiola, e che a quanto pare in alcunio casi funziona pure. Arrivare poi, dopo “appena” tre anni dalle fatidiche vacanze ad inviare un bonifico per pagare il conto, bhè, credo che nemmeno un bambino di cinque anni avrebbe fatto un errore del genere.

Autore:La Redazione Economia
Data: 03/01/2012
In Italia la crisi è solo per i cittadini. I nostri Parlamentari i più ricchi in EuropaIn Italia la crisi la conoscono solo i cittadini di fascia medio bassa. Per i ricchi va sempre bene, ma la cosa più aberrante è rappresentata daglio stipendi dei nostri Parlamentari. Gli stessi che ci impongono sacrifici e sempre nuove tasse ed imposte.I parlamentari italiani vantano gli stipendi più alti in Europa. E oltretutto, hanno pure meno spese per portaborse e spese varie: rientrano per i deputati nostrani fra le spese di segreteria e rappresentanza, 3.690 euro al mese. Mentre per esempio in Francia un deputato può spendere fino a 9.100 euro al mese per i collaboratori, in Germania sono pagati dal Parlamento per un totale di 14.700 euro, in Austria sono dipendenti della Camera.

Autore:La Redazione
Data: 01/01/2012
Governo Monti: per finanziare la Sanità ed il Sociale, nuove imposte su alcolici e cibi spazzaturaPer quanto riguarda le tasse di scopo, tra le ipotesi formulate c’è addirittura quella di applicare una imposta sull'acquisto dei prodotti alcolici e dello junk food, il cosiddetto cibo spazzatura.Quali saranno i cibi spazzatura designati, non è dato sapere. Sarà interessante poter leggere la lista... Chissà se fra essi rientreranno anche i supercalorici panini di Mc Donald's.Sono solo alcune delle novità contenute nel documento-bozza del Patto per la salute che sarà oggetto di confronto tra le Regioni e il ministro della Salute, Renato Balduzzi.

Autore:La Redazione
Data: 01/01/2012
Messaggio di fine Anno del Presidente Giorgio NapolitanoDal Palazzo del Quirinale il messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che parla di equità, sviluppo ed unità nazionale. Ci auguriamo che le sue parole siano messe in atto da chi in questo momento sta gestendo la nazione e da tutti i cittadini che devono ritrovare un senso di coesione nazionale

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 14/12/2011
Berlusconi non si è mai dimesso. Vi spiego perchè.Una conferma del fatto che, pur in una condizione che definirei piuttosto di “sospensione” - e non certo della Democrazia, dal momento che in Italia sappiamo tutti essere solo una menzogna – di un percorso politico che era ed è tutt’ora ai confini della realtà e della fede di milioni di cittadini, ci viene ad esempio, dalla trasmissione “Ballarò” in onda tutti i martedì sera su Rai3. Nella trasmissione del 13 Dicembre infatti, si è potuto assistere ad una conferma del fatto che, se da un lato l’Italia è oggi governata da un pool di tecnici dall’altra è supervisionata dai soliti noti del precedente Governo.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 14/12/2011
Governo Monti: si stava meglio quando stavamo peggio?Siamo passati da un Governo che vent’anni fa circa, stringeva “patti cin gli italiani” di dubbia messa in atto, alle querelle televisive caotiche quanto di dubbio gusto e contenuto, via via alle vicende sempre più private e meno civili e pubbliche di un Premier che ha fatto dell’Italia una sorta di Isola che non c’è. Un mondo estremo e troppo virtuale per chi ancora non comprende le strategie e gli estremi di una Società che scambia troppo spesso ormai il virtuale col reale. Abbiamo conosciuto l’ora della fiducia e l’ora della delusione. L’ora dello scandalo e l’ora della rabbia. Attimi di parossistica rappresentazione di un grande Nulla politico e sociale, contrapposto ad una Economia sempre più tesa allo sfruttamento delle risorse umane come unico scopo della propria esistenza. Ma anche, alla rappresentazione oscena di una storiaccia tutta italiana che fa dei cittadini un peso e mai una risorsa. Debito pubblico? Che novità!

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 13/12/2011
Crisi: anche i ricchi Ma non è così, chi opera e gestisce per il Paese e quindi per la Comunità nazionale, sa perfettamente e sempre i come ed i perchè. I quando. I dove. Coloro – fra i cittadini – che ancora oggi pensano che chi è al governo dio volta in volta “non capisce” le necessità, le urgenze e le aspettative dei connazionali, si metta il cuore in pace. La cattiva notizia è che tutti i componenti politici sanno perfettamente quali siano le condizioni umane, sociali ed economiche. E malgrado questo, si continua imperturbabilmente a sfregiare di giorno in giorno sicurezze ormai cadute sotto il peso dell’inammovibile azione dei governi, della crisi e delle tante, forse troppe Manovre che ormai in Italia non generano soluzioni al debito publico ma solo una serie infinita di polemiche e rabbia.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/12/2011
Crisi: ecco perchè le fasce deboli sono sempre le più colpite dalla crisiMa cosa accade se invece il regime dittatoriale in questione, portato avanti in maniera compatta dall’entourage politico ed economico di un Paese, perde le connotazioni “standard” riconosciute dalla globalità delle nazioni? Cosa accade se un regime dittatoriale cambia metodica e strategia, si veste della pelle bislacca di pseudo democrazia, usa parole che intendono creare una sorta di rassicurazione per la nazione ma nella realtà dei fatti impone ai cittadini la forma peggiore e più distruttiva fra le tipologie di dittatura?
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

Da Televideo
In breve
Data:19/10/2021 12:50:41
Manovra, CdM approva Dpb all'unanimità Approvato all'unanimità dal Consiglio dei ministri il Documento programmatico di bilancio per il 2022 che illustra le linee di intervento finanziarie, da inviare alla Ue e al nostro Parlamento.

Manovra da 23 mld per l'economia post pandemia.

Ridurre il carico fiscale per famiglie e imprese: rinvio 'plastic' e 'sugar' tax al 2023, Iva 22% a 10% su assorbenti donne e risorse energia.

Via 'Quota 100':ipotesi quota 102 a 64 anni poi 104 e via dicendo anno dopo anno,ma su questo l'accordo è rimandato.

Cuneo fiscale: 8,8 mld su Irpef, no su Irap.

Un mld per taglio bollette elettriche.


Da Televideo
In breve
Data:19/10/2021 12:50:41
CdM: più soldi per Sanità e Istruzione Più ricco il Fondo sanitario nazionale: 2 mld ogni anno fino al 2024.

Più soldi per farmaci innovativi e vaccini Covid. Più risorse all'Istruzione: nuovo fondo per la ricerca appliccata e borse di studio (12mila annue) a specializzandi Medicina.

Proroga a giugno per contratti a tempo determinato per insegnanti.

Investimenti pubblici: risorse amministrazioni centrali e locali 202236, fondi anche per Giubileo Roma e Olimpiadi Milanortina.

Investimenti privati/imprese: incentivi per immobiliari e rifinanziamenti per Fondo di garanzia per le Pmi, le piccole medie imprese.


Da Televideo
In breve
Data:19/10/2021 12:50:41
CdM:incremento fondo trasporto pubblico Viene incrementato il Fondo per il trasporto pubblico locale, risorse aggiuntive per gli enti locali: asili nido e manutenzione viabilità provinciale.

La spesa per il Reddito di cittadinanza viene allineata a quella del 2021, ma cambiano i modi di pagamento e vengono rafforzati i controlli.

Importo medio erogato a livello nazionale: 551 euro.

Riforma per gli ammortizzatori sociali: il congedo di paternità obbligatorio di 10 giorni diventa strutturale.

Questa misura era già in essere, è confermata.

articolo presente in Italia -> Attualita
Autore: Editoriale di Daniel Abruzzese
Data: 19/05/2020
La crisi del lowcost: la fine dell'Europa?

Al di là dell’ottimismo sbandierato da Ryanair, che vorrebbe invogliare i clienti a tornare a volare ancora prima della fine dell’estate, l’era dei voli lowcost pare volgere al termine. 


Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/05/2020

Quanti di voi conoscono i retroscena della riforma Lorenzin? Tracciati e documentai tutto nel mio libro inchiesta. Pecorelli, l’allora presidente AIFA, volò negli USA con la Ministro Lorenzin, per prendere questo importante incarico, assegnatoci direttamente dagli Stati Uniti: ciò conferma ciò che faccio emergere da anni, e che in pochi capiscono ancora. Le decisioni, in special modo quelle importanti, su economia, fisco, sanità, banche, sicurezza, nel sistema politico ed economico internazionale moderno, non sono prese internamente alle singole nazioni. Esistono trattati, accordi, strategie.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -