Sei nella sezione Italia -> categoria: Politica Italiana       
Equitalia: Federcontribuenti presenta un documento alla Camera contro le vessazioni

Autore:Roberta Lemma - Uffico Stampa Federcontribuenti
Data: 07/06/2011
Equitalia: Federcontribuenti presenta un documento alla Camera contro le vessazioniLe procedure esecutive attuate da Equitalia, inoltre, determinano gravi conseguenze per mancanza di normative: ad esempio, per i veicoli soggetti a fermo amministrativo, oltre al sequestro del veicolo si sommano, costo ingente per lo sblocco e diritto di rivalsa delle compagnie di assicurazione in caso di sinistro. Per gli immobili: iscrizioni di ipoteche con costi elevati per le cancellazioni, procedure di pignoramento, vendita all'asta e sfratto e la consequenziale dichiarazione di non bancabilità delle aziende o soggetti colpiti, determinando il sicuro fallimento delle società.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 04/05/2011
Referendum: i SI ed i NO del Popolo SovranoIo non sto qui a dire cosa bisogna votare. Ognuno deve essere in grado di stabilire con coerenza, cosa sia giusto dire in quei due giorni. L’importante – ripeto – sarà partecipare. In tanti. Affinchè si possa pian piano, attraverso l’espressione regina della Democrazia, a quel fondamento di condivisione e partecipazione ormai scippato, ma anche grazie all’indolenza di molti. Che al Referendum, preferiscono votare la spiaggia, piuttosto che la scampagnata.

Autore:Ufficio Stampa Federcontribuenti Nazionale
Data: 29/03/2011
Aumento dei carburanti. Federcontribuenti: «Antitrust e Tremonti facciano la loro parte»Anche L’Antitrust parla di una forma di oligopolio, dove pochi protagonisti possono giostrare liberamente con tariffe che prendono come riferimento le quotazioni Platts. Ma chi decide le quotazioni? Agli inizi del 2011, un un litro di benzina senza piombo costava 63 centesimi al litro al netto delle tasse; ai consumatori costava 1,432 euro a litro: come è possibile? Il Ministero dello sviluppo economico fatica ad intervenire, quasi snobba l'argomento: non sarà perchè molti uomini di governo hanno interessi dentro le multinazionali del petrolio?

Autore:Fabrizio Federici - Redazione Cultura
Data: 18/02/2011
A Napoli, positivi i contatti tra Civicrazia e  partiti, in vista delle elezioni comunaliDurante gli ultimi mesi, Civicrazia così ha promosso un sondaggio capillare della società civile napoletana, proponendo i requisiti inderogabili di un buon “primo cittadino” e riscontrando aperture da parte di alcune forze politiche, come Italia dei Valori, l’API, UDC, Partito Democratico, Futuro e Libertà e il Pdl della Campania. “Dopo le parole è ora di passare ai fatti", precisa l’Avv. Giuseppe Fortunato, presidente di Civicrazia: "in città serve una svolta vera, è un’esigenza sotto gli occhi di tutti. La nostra proposta si basa su un percorso semplice e diretto: niente più nomi calati dall’alto, ma prima stiliamo insieme un programma, e dopo scegliamo una giunta dei migliori che possa portare avanti il lavoro deciso”.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 14/02/2011
Riflessioni sulla DemocraziaDemocraticamente e nuovamente uniti, potremo allora avanzare verso un progetto leale che ci veda tutti protagonisti, finalmente. C’è urgenza di nuovo, ripercorrendo le strade del passato. La nostra Storia. Che ognuno deve recuperare e non gettare nel fuoco. Perchè solo guardando indietro, sarà possibile ricominciare il cammino verso la consapevolezza che, Democrazia, non è una parola da sbandierare a più riprese quando conviene, quanto un Diritto da arrogarsi nel Dovere di esistere su uno stesso territorio da gestire insieme. “Insieme”: ecco la parola magica. Insieme per un Diritto alla Vita. Insieme per un Diritto/Dovere.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/02/2011
Abuso di PoliticaIl politico medio dei giorni nostri, non assomiglia nemmeno un pò ai politici di vecchia memoria, quasi tutti ormai ricordati con un epitaffio su una lapide. Non si ritrova alcuna presenza di volontà e capacità di gestire territorio e cittadinanza, alcuna volontà di prendersi meritorie responsabilità nei confronti del proprio elettorato. La Politica divenuta arma o valore da svendere, a seconda del momento e degli eventi. Più nulla. Tutto bruciato a colpi di non-sense e scandalosi scivoloni a volte vicini al ridicolo.

Autore:Michele Antonelli
Data: 23/12/2010
Voglio essere condannato a morteChe cosa è successo? Come abbiamo potuto buttare via anni di conquiste sociali e diritti? Se solo avessi immaginato vent’anni fa in quale baratro saremmo precipitati, avrei fatto i bagagli e me ne sarei andato in Australia o in un qualsiasi paese civile, dove il rispetto, il lavoro e la dignità umana non sarebbero stati calpestati.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/10/2010
Di Pietro contro tuttiLa verità – per contraddizione del tutto umana – non piace. A nessuno. La verità scompiglia pseudo sicurezze, scioglie convinzioni annose, spinge al movimento, alla reazione. L’Italiano medio, tutte queste cose le ha lasciate in un qualche dimenticatoio. Meglio non vedere. Non sentire. Non parlare. Come le tre scimmiette. Meglio non reagire. Meglio la testa sotto la sabbia. Meglio tutto, pur di non dover prendere decisioni gravi, alzare il culo dalla sedia e dichiararsi contro qualsiasi congiura all’onestà ed alla trasparenza.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/10/2010
Il regime dittatoriale intangibile

Nella realtà dei fatti, c’è una profonda differenza fra Regime e Dittatura, in quanto col termine “Regime” si indica una forma di Governo che tende a controllare la Società attraverso varie metodiche. Non ci troviamo quindi di fronte alla ben più terribile dittatura, ove la cittadinanza viene controllata in maniera del tutto autoritaria da un Governo o più verosimilmente dal leader del governo che esercita in ogni modo un potere assoluto sulla Comunità controllata.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/09/2010
La società dei magnaccioniL’atteggiamento fondamentale è lo stesso del testo della canzone: arrogante e di bassa lega. Cambiano gli scenari, i luoghi, le cose, i fatti. Ma un filo unico unisce la canzonetta popolare ai magnaccioni dei nostri giorni: l’assoluta volontà di godersela ai danni di chi questo godimento lo produce. Coi propri soldi e col proprio lavoro.
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

SPERANZA: PROROGA MISURE NON SARA' BREVE
Da Televideo
In breve
Data:29/03/2020 17:19:42
Le misure Coronavirus, in scadenza il 3 aprile, verranno prorogate e ci sarà bisogno di un sacrificio che penso non sarà brevissimo.

Lo ha detto il ministro della Salute, Speranza, su 2.

E' ancora piena crisi,guai farsi illusioni,ha detto.

Domani si riunisce il Comitato tecnico scientifico e valuteremo.

Ci sono segnali incoraggianti da qualche giorno dalle zone più colpite: segnali di decelerazione, ma non basta. Sbagliare i tempi ci precipiterebbe indietro e bruceremmo quello che abbiamo ottenuto finora, ha sottolineato.


BOCCIA: INEVITABILE ALLUNGAMENTO MISURE I
Da Televideo
In breve
Data:29/03/2020 17:19:42
Le misure in scadenza il 3 aprile inevitabilmente saranno allungate.

tempi li deciderà il Consiglio dei ministri sentito il parere del comitato scientifico e delle categorie competenti.Così il ministro per gli Affari Regionali Boccia,su Sky,sottolineando che ora parlare di riapertura è irresponsabile.

Tutti noi vogliamo tornare alla normalità, ma prima dobbiamo riaccendere un interruttore per volta.

E sull'emergenza:Se l'autonomia è sussidiarietà è un conto, se l'autonomia è fare da soli perché si pensa di fare meglio la risposta è 'No, perché crolli'.

Nessuna Regione ce l'avrebbe fatta da sola, sarebbero crollate tutte.


FONTANA CONTRO BOCCIA: PAROLE AVVENTATE
Da Televideo
In breve
Data:29/03/2020 17:19:42
Scintille tra il ministro Boccia e il governatore Fontana sul ruolo delle Regioni nell'emergenza coronavirus.

Il presidente della Lombardia definisce avventate e inopportune le parole del ministro.

E ribatte: Quale sarebbe la situazione nel Paese se le Regioni non avessero fatto fronte alla emergenza anche nella fase della sottovalutazione del rischio che ha attanagliato il governo per giorni e giorni?.

Boccia replica: nessuna critica alle Regioni ma semplice realismo.

E ribadisce: ora nessuno ce la fa da solo.Fontana controreplica: Le polemiche basta non innescarle.

Intanto il governatore del Veneto Zaia:Spero sia stato scivolone

Autore: Inchiesta del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 28/03/2020

Un virus può sanare tante cose, rimettere in equilibrio le interconnessioni internazionali, i mercati azionari, il rischio di rivoluzioni dovute alle troppe strategie politiche ed economiche vessatorie, al clima impazzito per mille cause diverse, alla scarsità delle risorse fondamentali, che mettono in crisi il futuro di tutti.


Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 24/03/2020

Il governo conferma lo stato di emergenza sanitaria con un decreto varato il 31 Gennaio,  ma da fine gennaio a oggi si è mosso a passo di lumaca per mettere in stato di sicurezza la popolazione. Nel video che trovate in questo editoriale, potrete sentire la voce del premier Conte, che consiglia ai cittadini di "Condurre una vita normale". Era il 2 Febbraio. Due giorno dopo il varo del decreto in cui viene stabilito lo stato di emergenza sanitaria.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -